Archivio mensile:marzo 2013

Che giornate di merda…

9 ottobre 2013. Ore: 17:30. Mia madre entra. Puntualissima.
Sapevo che non potevo organizzare una partita a SSBB il sabato. Ci sarebbe stato qualcuno che avrebbe detto che quella sera usciva e che quindi dovevo andare da mia nonna e da quell’isterico di mio “nonno adottivo”. Mai una volta che riesca ad organizzare una partita a SSBB. Mai. Ormai lo do sempre per scontato: sabato pomeriggio; orario: tra le 17:00 e le 20:30. Mia madre entra nella stanza: “Mooorgan! Stasera abbiamo intenzione di uscire, puoi andare dalla nonna?”. Come ovviamente ben saprete, la traduzione più accurata di “puoi andare dalla nonna?” è “vai dalla nonna!”.

E voi non potrete mai immaginare che tortura è restare dentro una macchina. Con mia nonna. Che parla. E parla. E parla. E parla. Parlasse dei cazzi suoi, mi andrebbe anche bene. Il punto è che parla anche dei cazzi dei suoi amici, dei suoi amici di amici, dei suoi amici di amici di amici, o addirittura, di persone totalmente estranee. Quindi non finisce PIÙÙÙÙÙÙÙ!

Sono riuscito a resistere a casa dei miei nonni una notte (che poi spensero il televisore sparato a 90 solo verso le 23:30), e ad arrivare a casa mia in giornata, anche se ora, pur essendo sfinito, devo fare un tema e analisi grammaticale. Che palle!

Annunci

Ubuntu? Oh, yeah!

AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAH
AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAH

SONO RIUSCITO A SCARICARE UBUNTU SENZA PROBLEMI  E VA ANCHE INTERNETTTT! MIRACOLO!

Mi sono deciso finalmente a formattare tutto l’hard disk e installare la nuovissima versione del Sistema Operativo Open Source più famoso al mondo: Ubuntu.

E va anche bene! L’unica cosa è che non potrò più usare Photoshop e dovrò usare coso lì, come si chiama, GIMP. Spero di riuscire nell’intento di imparare qualcosa di GIMP per sopravvivere con la grafica in generale, ce la farò? Lo scoprirete solo nella prossima puntata!